venerdì 25 gennaio 2019

Francia vs Italia

Altra bomba nei rapporti tra Francia e Italia. Uno dei fondatori delle Brigate Rosse ricevette nel 2001 uno dei più grandi riconoscimenti della Repubblica Francese.

Corrado Simioni nel 1970 partecipò insieme a Renato Curcio e Alberto Franceschini al convegno di fondazione delle Brigate Rosse in un albergo sulle colline di Reggio Emilia.

Corrado Simioni lavorava per una fondazione, l'Abbé Pierre, la cui missione era quella di trovare alloggi per i vari "rivoluzionari" del mondo, si occupava, in altre parole, plausibilmente della logistica dei vari movimenti ed organizzazioni anche terroristiche e lo faceva da oltre 34 anni prima del 2001. Il suo coinvolgimento con le Brigate Rosse dunque era noto.

Il costante impegno in questo genere di attività gli venne riconosciuto dalla Repubblica Francese che lo insigní del titolo di Cavaliere della Repubblica Francese, uno tra i più alti titoli.

A rivelare lo sconcertante "dettaglio"  (che è contenuto in un documento pubblico) è uno dei leader più noti dei movimenti Africani che si battono da decenni per la liberazione dell'Africa dal neo-colonialismo occidentale, Mohamed Konare.







Archivio blog