giovedì 5 ottobre 2017

sondaggi quantistici

SICILIA, SONDAGGI DEL 2012





         
Più ti avvicini a cose molto piccole e più involontariamente le modifichi e non le puoi misurare.
I fisici del '900 ci hanno insegnato così. Si chiama fisica quantistica. Pare che funzioni anche nei sondaggi elettorali in Sicilia, più i sondaggisti si avvicinano agli elettori per intervistarli per sapere chi vincerà le elezioni, più non riescono a misurare le intenzioni di voto degli elettori.
Accadde esattamente la stessa cosa nel 2012. I sondaggisti unanimi davano Musumeci in testa e Cancelleri tra gli ultimi e i media ne davano ampia, dettagliata e ghiotta notizia. I Cavalieri di Arcore e Catania gioivano, ululando e sbavando di piacere, suonando le trombe della Vittoria.
Come quei famosi pifferi che andarono per suonar e furono suonati, anche i Cavalieri andarono per trombar e furono trombati. Galeotto fu il sondaggio e chi lo scrisse: quel giorno ( ma anche prima) più non vi leggemmo avante.

Il sistema elettorale siciliano non rende la vita facile ai sondaggisti. I siciliani hanno un loro metodo in qualsiasi cosa, consideriamo che persino negli scacchi esiste la difesa siciliana con ben tre varianti, la stessa pasta con le sarde (piatto abbastanza comune nei Paesi del Mediterraneo) è solo pasta alla siciliana con almeno tre varianti contrapposte (Palermitana, Catanese e Trapanese) per non parlare di granita che secondo i siciliani o è siciliana oppure non è granita (la fanno identica a Tunisi ma l'orgoglio isolano non è capace di ammetterlo). Persino una parte della letteratura italiana moderna è classificata letteratura siciliana e non parliamo poi della stessa letteratura italiana che si apre (e ti pareva) con la scuola (poetica) siciliana.
Si capisce che il polentone incespica e si confonde nell'isola dell'originalità. Abituati agli errori dei polentoni dovremmo essere prudenti e non cadere pure noi nella trappola. Perché come è ovvio il siciliano non commette errori banali tuttalpiù, se mai errori fossero, sarebbero errori alla siciliana.