domenica 16 agosto 2015

smentite che non smentiscono

L'Avvocato Francesco Alberghina- consigliere comunale che sostiene politicamente la Giunta Miroddi & C., sostiene correttamente, che le affermazioni pubblicate nel post -> quando gli amministratori dovrebbero andarsene a casa sarebbero mere illazioni. 
L'illazione è un ragionamento con cui si trae una conseguenza da una o più premesse, e nel post è contenuto un  ragionamento fondato su delle premesse che porta ad una conseguenza. Quindi ha perfettamente ragione.
E ci tiene a precisare, inoltre, che l'ordinanza sindacale n. 47 del 21 Luglio 2015  non è riconducibile né direttamente né indirettamente alla persona dell'Avvocato Francesco Alberghina. 
Verissimo, infatti non esiste alcuna ordinanza sindacale n° 47 del 21 Luglio 2015 e siccome non esiste è impossibile che gli sia riconducibile direttamente o indirettamente. 
Nel post, invece, si fa riferimento alla incapacità (mancanza di attitudine, di disposizione) a portare la COGEN in tribunale, ed all'ordinanza sindacale ( n. 73 del 21 Luglio 2015, criticatissima nella forma e nel merito anche dalla commissione bilancio del Comune di Piazza Armerina) che per come è scritta non lascia dubbi, poiché parla delle strade comunali senza fare alcuna distinzione tra strade non ripristinate a regola d'arte o non ancora ripristinate dalla COGEN e le altre strade comunali. Cioè è dimostrato ed è vero che nell'ordinanza sindacale n. 73 del 21 Luglio 2015 le strade comunali sono tutte trattate allo stesso modo, senza distinzioni. Pertanto l'illazione, cioè il ragionamento, porta alla conseguenza che gli interventi dovranno essere eseguiti anche su quelle strade la cui pavimentazione non sia stata ancora ripristinata dalla COGEN. Questo ragionamento è corretto, cioè la sua conclusione è vera e non è possibile dalle premesse date dimostrare il contrario. Se dunque la Giunta, la maggioranza del Consiglio Comunale con i mezzi a sua disposizione, non predispone delle correzioni immediate, al danno (arrecato da terzi) si aggiunge altro danno (arrecato dall'inerzia, mancanza di attitudine e mancanza di disposizione, di Giunta e Consiglio Comunale). 
Aggiunge il consigliere Alberghina che ci sarebbero degli epiteti calunniosi nell' indicarlo come uno dei supporter in consiglio comunale che arrecano un ulteriore danno alla Città, utilizzando soldi pubblici per coprire danni civili arrecati da privati. E rivendicano con orgoglio la loro totale incapacità. Nel post il soggetto principale della frase è "gli amministratori" ma se si omette di indicare il soggetto principale il significato della frase cambia. Complimenti.
Come è noto, il danno può farsi sia facendo qualcosa che lo cagiona sia non facendo qualcosa che si ha il dovere di fare. Per esempio, la Commissione bilancio ha fatto il suo dovere indicando espressamente cosa non va nelle 6 ordinanze del 21 Luglio 2015 ed ha trasmesso le carte alle Autorità competenti.  Invece tanto il Consiglio Comunale quanto la Giunta  non hanno ancora fatto nulla e -data l'antifona- credo (non è un'illazione ma una congettura) che non faranno proprio nulla. Si preferisce alimentare un clima psicologico intimidatorio. Non tutti si intimidiscono però.
La smentita o la precisazione o l'interpretazione autentica dell'ordinanza sindacale sarebbe dovuta arrivare dalla Giunta Miroddi prima di tutto, ed invece è arrivata da un consigliere che sostiene la Giunta Miroddi. La precisazione però non precisa niente e non dimostra il contrario di quello che è stato sostenuto nel post. Non ci sono epiteti calunniosi (nel linguaggio giuridico calunnioso ha un significato preciso, al bar può significare di tutto) ci sono critiche e ragionamenti fondati su fatti e comportamenti attivi o passivi, l'ordinanza sindacale n. 47 non esiste, la frase riportata è parziale. La voglia di dibattito ed approfondimento è uguale a zero, e il desiderio di intimidire spesso ne è la rivelazione. Strano infatti che non ci sia stata nessuna dichiarazione reattiva all' articolo di stampa sull'argomento, ben più pesante di semplici critiche.  


Archivio blog