martedì 4 agosto 2015

i bulli di acquaenna

Più volte mi hanno raccontato di episodi molto strani i cui protagonisti sono certuni dipendenti di AcquaEnna, nella parte dei bulli, e  cittadini utenti, nella parte dei vessati. Si tratta di episodi ripetuti, quindi sembrerebbe esserci una specie di copione.
Ti devi allacciare alla rete e ti serve uno scavo? Ti dicono ti mando io due operai. E tu ti chiedi ma perchè me li devi mandare tu due operai per uno scavo di qualche metro e perchè due? Decidi che ce la puoi anche fare da solo ( teoria del "pala e piccone") e fai a meno del cortese consiglio. Ti fai il tuo scavo da solo, seguendo il percorso indicato e prescritto dal gentile Acquaennaiolo. 
Ma quando torna l'incaricato di AcquaEnna, proprio lo stesso che ti aveva "consigliato" i ben due operai  scelti da lui, ti senti dire: ma io non ti avevo detto di farlo qui lo scavo, dovevi farlo lì e non qui e così e cosà, quindi niente allaccio, in certi casi. 
Ed è capitato anche che qualche utente, sentendosi prendere per i fondelli (ognuno è libero di cambiare articolo e sostantivo) abbia reagito con le cosiddette vie di fatto (le mani) e, miracolosamente, in quel caso, l'allaccio è stato fatto. Siccome viviamo tempi difficili (...) è bene precisare che questo non è un invito a reagire con le mani a una cosa che ha tutta l'apparenza di bullismo idrico se non peggio (molto peggio). Mi pare strano assai che io ( e non solo io) che quasi quasi faccio una vita da orso, venga a sapere di queste cose e le Autorità preposte e persino lo stesso Gestore non sappiano. Possibile che al Gestore non sia mai arrivata qualche segnalazione? 
E chi lo sa? Al telefono non ti rispondono, e persino alle lettere non ti rispondono. Rispondono solo se li suoni, pardon, se gli suoni.

Archivio blog