giovedì 5 marzo 2015

Telefoni caldi

Ecco un confronto tra le spese telefoniche e internet di due Comuni, Piazza Armerina ( 22.0000 ab.) e Niscemi ( 28.000 ab.). Nei mesi di Agosto e Settembre 2014 il Nobile Comune di Piazza Armerina ha pagato la non trascurabile somma di 33.586 Euro
Nello stesso periodo il Comune di Niscemi ha pagato zero. 
Nei mesi di Agosto e Settembre in genere arrivano le bollette di Giugno-Luglio, cioè il periodo nel quale la maggior parte dei dipendenti è in ferie.  
Complessivamente nel 2014 il Nobile Comune ha speso 93.282 Euro, mentre il Comune di Niscemi ha speso 64.278 Euro. La differenza è che nel periodo di ferie nel Nobile Comune sembra dai dati ufficiali dell'Agenzia per l'Italia Digitale (Presidenza del Consiglio dei Ministri) che si telefoni molto ma molto di più. Non così a Niscemi. Potrebbe però trattarsi semplicemente di una questione di propensione alla riservatezza e scarsa loquacità telefonica. Nelle aziende private un quadro del genere può portare al licenziamento di dirigenti per mancata vigilanza, oltre al risarcimento del danno. Nei nobili Comuni neppure una tirata d'orecchi agli esperti e agli Assessori, mai che mai ai dirigenti. Neppure quando ci sono buchi di bilancio.

Archivio blog