mercoledì 12 novembre 2014

chi sono i Leghisti?

Divennero famosi negli anni '80 per lo slogan "Forza Etna" poi ripetuto nell'era di Facebook e Twitter, con l'aggiunta di "Forza Vesuvio". Molto cordiali con i meridionali che chiamavano e chiamano simpaticamente "terun", sostennero per primi il concetto che negli uffici pubblici e nelle scuole del Nord dovevano lavorare quelli del Nord. 
Il premio simpatia lo ottennero quando sostennero che ci doveva essere la secessione. Il Nord al Nord, il Sud al Sud. 
Certo, oggi sembra una barzelletta ma erano i loro obbiettivi politici. Resero possibile l'ascesa del condannato di Arcore in politica. Votarono tutte le leggi più anticostituzionali che la Storia d'Italia ricordi, il lodo Schifani, il lodo Alfano ed il famigerato "porcellum", per proteggere i potenti dai processi. Poi quando al posto dei meridionali al Nord arrivarono gli extra-comunitari vollero e ottennero la legge per regolare l'immigrazione, la famigerata Bossi-Fini. Tra i più preparati dirigenti Borghezio, quello che portava i maiali ad orinare sui terreni destinati alla costruzione di moschee, e spruzzava il disinfettante prima di sedersi in treno nel posto occupato da un "negher". 
Formarono la Guardia Padana, dotarono la polizia municipale dei comuni da loro amministrati di armi, anche da guerra. E chi non ricorda le "Ronde Padane"? Giravano di notte per tutelare l'ordine, specie contro gli extra-comunitari. 
Hanno combattuto "Roma Ladrona" facendo incetta di oro, diamanti, lauree false, mutande verdi, tutto ciò che si poteva raspollare dal rimborso spese di consigli comunali, provinciali, assemblee regionali e Parlamento. Hanno infangato la bandiera italiana, proclamando che ci si sarebbero puliti il culo. Brava gente, insomma.
Dal punto di vista politico ciò che hanno fatto è quanto di più vergognoso insieme ai loro complici. Hanno sostenuto governi proni alle Banche Europee, alla BCE, e ai più disastrosi trattati. Tra questi il Trattato di Dublino 2. Grazie a questo trattato i richiedenti asilo, profughi, sfollati sono trattenuti nel Paese dove sbarcano, negando loro il diritto di muoversi all'interno dei Paesi dell'Unione Europea. Loro hanno creato il problema e loro adesso lo cavalcano.
Hanno ratificato alcuni dei trattati Europei che hanno distrutto l'Italia, e non hanno mai messo in discussione nessuno dei trattati-capestro. Con il loro voto al Senato hanno reso impossibile il referendum sulla riforma costituzionale del 2012 che ha sottomesso il nostro Paese all'Unione Europea, ma ora parlano di rinascita dell'Italia (sic). Sono stati i veri difensori dell'ordine pubblico bancario europeo a sostegno dell'Euro, perchè hanno reso possibile l'esistenza, la sopravvivenza e l'operatività delle politiche pro-euro e pro trattati-trappola. E adesso eccoli lì, per l'uscita dall'Euro (adesso per due monete a due velocità, non hanno neppure le idee chiare tanto che -non ci crederete- lo stesso Salvini nell'Ottobre 2012 era per l'Euro al Nord) e per la caccia al Rom, allo zingaro, al negher, ancora una volta, spudoratamente, senza neppure chiedere scusa agli italiani per il danno immane che hanno fatto.