martedì 19 agosto 2014

nasce un nuovo gruppo politico a Piazza Armerina

Si ispira al Medio Evo, perchè va tanto di moda in questa città rinascimentale e barocca, e vuole rinnovare il Palio dei Normanni. Il tutto nasce da una serie di interrogativi a cui nessuno dà mai risposta. Forse, per depotenziare questo nascente gruppo politico, basterebbe dire le cose come stanno. Ecco solo alcuni dei motivi-interrogativi che hanno spinto un gruppo di avventurieri medievali a formare il gruppo politico.
Per esempio: a chi è venuta la brillante idea di far comprare obbligatoriamente le magliette dei quartieri per potere entrare al Campo S. Ippolito per assistere al Palio? Senza l'intervento discreto della Polizia, a seguito delle vivaci proteste dei cittadini e il successivo "contro-ordine compagni!" dato con l'altoparlante: "le magliette non sono obbligatorie", la gente per entrare avrebbe dovuto comprare una maglietta.  E va bene. Qualcuno, magari in Consiglio Comunale, potrebbe chiedere spiegazioni. 
Drappelli di armigeri medioevali del Palio Normanno sono stati visti all' Outlet di Dittaino. Che ci facevano lì, chi aveva deciso di mandarli? Una iniziativa dei Quartieri, del Sindaco, del Comitato organizzatore, del Vescovo, dell'anti-Vescovo, degli stessi figuranti? E qualcuno per l'incursione nello territorio saraceno dello fiume Dittaino, ha beccato quattrini, chi
Chi ha il diritto di utilizzare il "brand" (se esiste) del Palio dei Normanni per sfruttarlo economicamente? Può darsi che in Consiglio Comunale qualcuno lo chieda. 
La formazione dei plotoni è stata difficile in questa edizione. A salvare la faccia la legione straniera che ha allestito due plotoni. Mentre, invece, per fare dame, damine, damigelle e damigiane e rispettivi cavalieri, notabili, paggi, paggetti, notabili vari, c'era la fila... E si entrava anche grazie a raccomandazione. Le forze armate normanne, occupanti il nobilissimo "oppidum", apparivano in questa edizione, un po' di più che nelle precedenti, una sparuta minoranza rispetto alla massa corposa di nobless e ignobless locale. Se il rapporto di forze in campo fosse stato così ai tempi di Ruggero, le sole dame avrebbero potuto scacciare il nobile Conte a zoccolate in testa oltre lo Sretto e la Storia sarebbe cambiata. Ci saremmo tenuti un regime Muslim che di questi tempi ci avrebbe fatto comodo magari. Ci saremmo risparmiati Borboni e barboni della politica. E io mi sarei chiamato Yusuf e non Giuseppe.




Archivio blog