domenica 17 agosto 2014

come un pupo siciliano si trasforma da marrano a paladino

Il click-day è stato un fallimento totale. Il piano giovani lanciato con la retorica siciliana del teatro della politica è stato uno dei più clamorosi flop del pupo-presidente. Un altro della serie. Parliamo della persona più sbagliata nel posto più sbagliato. Un politicante alla guida delle Regione Siciliana. Che cosa è successo? Il 54 per cento di chi si era già iscritto al sito non è riuscito a collegarsi via internet, il 5 agosto, con le aziende per colpa del black out del sistema, per completare le prime due tranche da 800 incroci tra chi si era iscritto al portale del Piano Giovani per ottenere un tirocinio retribuito e le aziende ospitanti. Il pupo ha subito reagito chiedendo agli esperti, ma che cosa mai sarà successo? E gli esperti gli hanno spiegato,  lui ha capito ed ha preso la decisione: bloccare tutto. I 1.600 tirocini assegnati fino a questo momento (in totale i posti sono 2.000) sono ufficialmente revocati.
Spiegazione del pupo: "Ciò che non è giusto è il fatto che una persona, con una connessione più veloce o un computer più potente, debba avere maggiori chance rispetto ad una che invece non ha niente di tutto questo. Il sistema deve essere uguale per tutti, senza scorciatoie. Lavoreremo proprio su un sistema partendo da questo principio". Parole da paladino dei giovani disoccupati. In realtà a sapere che non tutti hanno una connessione veloce, o un PC potente, che non esiste la banda larga e che, persino, c'è gente che il PC non ce l'ha per niente, lo sanno tutti, soprattutto i giovani siciliani. A fingere di non saperlo erano lui, i suoi esperti e i dirigenti della Regione incaricati del progetto
Sarà strano, ma in questo gioco delle parti dove una volta sei il marrano e l'altra sei il paladino, spuntano fuori alcune assunzioni fatte da Italia Lavoro e Ett o società collegate, tra le quali quella della figlia della dirigente della Formazione, Anna Rosa Corsello (riportato da 'la Repubblica" di Palermo). Le società citate sono proprio quelle che dovevano "gestire" il progetto. 

Archivio blog