giovedì 17 luglio 2014

non siamo innocenti

I bombardamenti Israeliani su Gaza erano in corso quando il 9 Luglio (2014) dall'Italia sono partiti altri due M-346 prodotti dalla Alenia Aermacchi, diretti in Israele.
M-346
Fanno parte di una partita di trenta M-346 che è stata autorizzata nel Marzo di quest'anno dal Governo Italiano, guidato da Matteo Renzi, sotto la Presidenza della Repubblica di Giorgio Napolitano.
Serviranno a sostituire altrettanti aerei da attacco militari leggeri TA-4 Skyhawk di produzione americana capaci di decollare anche da portaerei. 
Ufficialmente si tratta di aerei da addestramento, ma se servono a sostituire 30 aerei da attacco militari è del tutto evidente che sono destinati ad essere modificati (se già non lo sono stati) per esclusivo uso bellico d'attacco. I primi esemplari furono consegnati nel Marzo di quest'anno alle autorità militari Israeliane. Il loro impiego è progettato per attacchi al suolo su bersagli mobili e su bersagli fissi.
TA-4 Skyhawk 
Il nostro Paese (che, secondo la Costituzione, ripudia la guerra come strumento di risoluzione dei conflitti internazionali) fornisce mezzi bellici a paesi che hanno violato risoluzioni ONU (come Israele) e che fanno un uso sproporzionato della forza militare per eseguire rappresaglie (in violazione del diritto internazionale). Oltre alle faccende giuridiche ce ne sarebbe un'altra, di poco conto. Quella etica. Con armamenti come questi si provoca la morte di civili consapevolmente. E tra questi civili i bambini. 
In queste ore abbiamo appreso, dall'informazione italiana ( da quest' anno al 59° posto per libertà di informazione, siamo risaliti in classifica ma purtroppo non riusciamo ancora a battere il Ghana che ci precede) dell'uccisione di 4 ragazzini Palestinesi, su una spiaggia di Gaza, ad opera delle forze aeree Israeliane. 
La Spiaggia di Gaza dove sono stati assassinati i ragazzini Palestinesi dagli
Aerei Israeliani
Fabbricare armi per metterle in mano a forze che non rispettano nessuna regola, non mi pare ci faccia onore. Anzi, mi fa schifo.

Archivio blog