martedì 13 maggio 2014

web ed economia del turismo

La linea blu scura del grafico mostra l'interesse degli utenti web italiani per i viaggi (compresi quelli per scopi turistici). La linea azzurra invece mostra l'interesse per i B&B. Pur essendoci in atto una crisi pesante nel settore turistico la ricerca di B&B da parte degli utenti è in crescita. Chi non è sul WEB e non promuove con esso i suoi prodotti è tagliato fuori. La promozione e l'informazione sul WEB è praticamente a costo zero. I dati che si possono ricercare sono anche essenziali per gli investimenti nel settore turistico e più in generale in quello economico. Il secondo grafico mostra infatti il confronto tra l'interesse per B&B e l'interesse per Hotel da parte di utenti italiani del WEB. 
La linea rossa (b&b) indica un prevalente interesse rispetto alla linea azzurra (hotel). Quest'ultima segue e si sovrappone al trend generale dell'interesse per i viaggi (compresi quelli per ragioni turistiche) ed è assolutamente in calo rispetto al 2004. Il WEB non è dunque un simpatico passatempo per miliardi di persone nel mondo.
Gli imprenditori che hanno investito in B&B hanno avuto più chances favorevoli dal mercato rispetto a chi ha investito in Hotels. Il mercato passa dalla rete, l'informazione passa dalla rete, la politica passa dalla rete. Se un Comune, una Regione, uno Stato a vocazione turistica non comprende tutto ciò, non aiuta lo sviluppo economico. Gli investimenti su larga banda e wi-fi sono strategici in tutto il mondo e da essi dipende una quota sempre più crescente di ricchezza (P.I.L.). Naturalmente agli imprenditori privati e agli operatori pubblici spetta anche il compito di organizzare e tenere sempre aggiornati siti web, blog, social network, e creare piattaforme comuni e collegamenti telematici. Molti turisti si stupiscono del fatto che il biglietto per vistare la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina possa essere acquistato presso la biglietteria e non "on line" e che il pagamento debba essere fatto per contanti (cash) e non con carte elettroniche. 



Archivio blog