martedì 13 maggio 2014

m.u.o.s., razzismo, guerra. Incontro tra candidati alle europee

A Piazza Armerina nella Casa della Cultura in via Garibaldi si è tenuto ieri un incontro tra candidati alle prossime elezioni Europee del 25 Maggio. Sono intervenuti Granata (Green Italia), Mazzeo (Tsipras), e Saija, Di Prima, Sobbrio, Zanotto (Movimento 5 Stelle). In sala molte mamme  "no-muos" di Niscemi e di Piazza Armerina che hanno lottato e lottano con forza, coraggio e determinazione contro l'assurda installazione militare americana, l'unica delle 4 esistenti al mondo costruita vicino a centri abitati. Le altre 3 installazioni sono state infatti realizzate in zone desertiche del pianeta. Tra i candidati anche esperti di chimica delle nano-particelle (del Movimento 5 Stelle) che pur senza scendere nei dettagli tecnici hanno ribadito il pericolo reale per la salute derivante dall' interazione tra energia elettromagnetica e legami molecolari, già accertata da numerosi studi scientifici e in fase di classificazione da parte dell' organizzazione Mondiale della Sanità per le ricadute pericolose sulla salute. 
Affrontati anche gli aspetti giuridici della difficoltà di accertamento del nesso di causalità tra emissioni elettromagnetiche e danno alla salute. 
Indicati e discussi gli scenari politico-strategici delineati dalle crisi internazionali in atto e le incompatibilità dei nuovi trattati internazionali (come ad esempio NATO 2) con la Costituzione Italiana. La Sicilia come pattumiera e ricettacolo di pericoli è stato lo spunto per affrontare il tema della sovranità nazionale, alimentare, finanziaria e del razzismo culturale
Non sono mancate forti critiche all'operato del Presidente della Regione Crocetta per la vicenda della ormai famosa revoca della revoca dell'autorizzazione alla costruzione del m.u.o.s. a Niscemi, una vicenda imbarazzante sia per lo stesso Crocetta sia per il suo partito di riferimento il Megafono/Partito Democratico. 
Drone, un aereo senza pilota a bordo.
Il sistema muos è uno strumento di guerra, serve per guidare i famigerati "droni" su bersagli di guerre che coinvolgono gli U.S.A. e per le telecomunicazioni con i sommergibili convenzionali e nucleari e sottomarini della U.S.NAVY che è la "proprietaria" del sistema.
Sommergibile nucleare classe Ohio
La Sicilia, è stato sottolineato, è una immensa piattaforma militare degli Stati Uniti d'America, attiva in ogni genere di conflitto. L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà di altri popoli e come strumento di risoluzione delle controversie internazionali.
La sala non è rimasta passiva, ha partecipato al confronto con domande ed interventi. 
Ad aprire l'incontro il Sindaco di Piazza Armerina, accompagnato dal Vice Sindaco.



Archivio blog