lunedì 17 marzo 2014

La supercazzola di Renzi

Oggi ho letto qualcuno che diceva Ho ascoltato in diretta TV  il programma del governo illustrato dal Presidente Renzi con tanta dovizia di particolari cosa che, nonostante la mia età e la esperienza maturata in tanti decenni di attività politica, non ricordo alcun precedente.
Questa novità e chiarezza sono state apprezzate da molti, anche se da parti interessate si è cercato, con tutti i mezzi, di attutirne gli effetti. 
Il venditore di pentole fiorentino aveva promesso di stupirci e ci è riuscito: le detrazioni fiscali per coniuge a carico spariranno dalla busta paga. Nel documento approvato dal Consiglio dei Ministri del 12 Marzo scorso nella parte che riguarda la " Delega in materia di conciliazione dei tempi di lavoro con le esigenze genitoriali" ( supercazzola con scappellamento a "sinistra") è scritto testualmente abolire la detrazione per il coniuge a carico e  introdurre il tax credit, quale  incentivo per il lavoro femminile (supercazzola con scappellamento a destra, a centro e a sinistra). Detta in parole povere  più tasse in busta paga per i contribuenti con coniuge a carico, con disparità di trattamento anche per alcune fasce di reddito. Esattamente quello che chiedeva il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ed esattamente l'opposto di quanto sosteneva il venditore di pentole alle primarie e nelle Leopoldate. Quindi gli 80 Euro in più promessi  dal venditore di pentole saranno controbilanciati dall'abolizione delle detrazioni per coniuge a carico. Sostenitori ed elettori del Partito Democratico, siete ancora in tempo a chiedere il rimborso dei due euro. Potete scaricare da qui il modulo base, c'è spazio per aggiungere altre motivazioni.



Archivio blog