martedì 4 febbraio 2014

Occhio ai media controllati dalla politica

La carriera politica di Matteo Renzi inizia in Toscana quando capisce che i giornali e i giornalisti bisogna averli a favore e non contro. Il sistema migliore è quello di pagarli, di finanziarli. Matteo Renzi spende, investe nei giornali e nei giornalisti. Lui stesso e la sua famiglia hanno società che operano nel mondo della comunicazione. Questo è noto.
Ora, chiediamoci perchè, improvvisamente, giornalisti ed intellettuali - mi scuso per i termini usati- si sono improvvisamente risvegliati dal sopore e hanno cominciato ad attaccare l'opposizione?
Un intellettuale - mi scuso ancora per il termine, nessuno si offenda - dovrebbe chiedersi oppure no perchè è successa una bagarre alla Camera come non si vedeva da decenni? La cosiddetta analisi dei fatti. L'analisi sembra invece tutta sui dettagli. I commenti volgari sul blog di Beppe Grillo, l'assalto l'aggressione fisica al Presidente della Camera Boldrini, se era premeditata o spontanea, l'insulto alle deputate del PD, i toni squadristi, le offese sessiste.
Chi ha visto i filmati sulla rete su quanto è accaduto a Montecitorio si sarà anche accorto che veniva sventolato un tricolore. Erano parlamentari dell'opposizione di destra, non del movimento 5 stelle. Tutti hanno potuto vedere che la meta dei parlamentari erano i banchi del governo che stanno sotto la presidenza alla distanza di metri, e non i banchi della presidenza, né la Boldrini. Tutti hanno visto che è stata colpita al volto una parlamentare.
Ma ci hanno spiegato perché?
Alcuni hanno detto che si tratta di un tentativo di bloccare il parlamento e la democrazia da parte delle opposizioni, anzi dell'opposizione dei 5 stelle. Ma perché dovrebbero bloccarla? A chi legge poco o segue poco l'informazione sui media, la spiegazione è sufficiente. I 5 stelle fanno solo casino ma poi in pratica che fanno per gli italiani? Questo era il messaggio che si doveva trasmettere: caos destabilizzante, niente di positivo.
E' una strategia mediatica, una forma di manipolazione dell'informazione che mira a manipolare il consenso. Gli esperti in materia conoscono questi giochetti.
Ma chi manovra questi giochetti, chi è il mandante?
Banchieri italiani e qualche banchiere straniero hanno finanziato Matteo Renzi. Questo è noto. Sono le banche che tengono in piedi gli editori di giornali e TV, perchè coprono i loro debiti con nuovi finanziamenti.
Ora facciamo 2+2. Renzi ha bisogno di aiuto e chiede aiuto mediatico ai suoi amici banchieri. Gli amici banchieri chiedono aiuto agli amici debitori editori di TV e giornali. I padroni ordinano ai servi di eseguire. E giornalisti ed intellettuali - mi scuso ancora per le  brutte parole- ubbidiscono.
Non è un caso infatti che editori indipendenti ed intellettuali veri non si siano intruppati in questa campagna diffamatoria. Leggete Giulietto Chiesa per esempio o il Fatto Quotidiano, o Travaglio, Ferdinando Imposimato, Gianni Vattimo e qualcun altro. 

Archivio blog