lunedì 20 gennaio 2014

Il principio di rappresentanza secondo Montesquieu


 Il 18 gennaio 1689, nasceva il pensatore politico Francese Montesquieu, considerato il fondatore della teoria politica della separazione dei poteri.

"È un principio completamente falso quello di Hobbes secondo cui, avendo il popolo conferito l’autorità al principe, le azioni di quest’ultimo sono le azioni del popolo, e di conseguenza il popolo non può lagnarsi del principe, né chiedergli conto in alcun modo delle sue azioni, perché il popolo non può lagnarsi di sé stesso. Cosí, Hobbes ha trascurato il suo principio di diritto naturale, secondo il quale Pacta esse servanda. Il popolo ha autorizzato il principe sotto condizione; l’ha nominato sulla base d’una convenzione. Il principe deve tenervi fede, e rappresenta il popolo solo come il popolo ha voluto (o si presume aver voluto) che lo rappresentasse. Per di piú, è falso che chi viene delegato abbia lo stesso potere di chi delega, e non dipenda piú da questi." 

Io lo trovo molto attuale, e lo condivido

Archivio blog