domenica 29 dicembre 2013

«Sogno un'Italia dove si va avanti per merito e non perché si conosce qualcuno». Matteo Renzi


Anche questa volta il democristiano e boy scout Matteo Renzi- adesso alla guida del PD- atteso alla prova dei fatti da molti, anche al di fuori del suo partito come speranza di cambiamento reale ha fatto centro. Venerdì 27 Novembre  appena passato il Consiglio dei Ministri si riunisce. C'è qualche nomina da fare. E' necessario nominare il nuovo Direttore Generale dell'Agenzia Nazionale Giovani un organismo alle dipendenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri che già conta 300 dipendenti, quindi roba di Stato. Roba da 167.000 Euro l'anno, roba seria. Si esaminano i curricula dei candidati alla prestigiosa e ben remunerata posizione, uno per uno. 

Ecco che spunta fuori un profilo e curriculum professionale interessante, da Direttore Generale: Giacomo D'Arrigo, ha fatto il consigliere comunale a Nizza - non quella di Francia, quella di Sicilia, meno di 3.500 abitanti-. Con un' esperienza così nel 2012 si candida nel suo Comune e raccoglie ben 490 voti. 


adesso arriva il titolo di merito imbattibile di Giacomo D'Arrigo:  vice presidente della Fondazione Big Bang che tra i suoi co-fondatori annovera pensate
un po' l'Onorevole Wladimirello Crisafulli, più noto alla cronache locali come "cap'ddazzu", ente benefico -non Wlady, dico la fondazione- che raccoglie i renziani di Sicilia. Come, i renziani, ma ci vuoi prendere per il Cuperlo? E non ti bastava che a tua insaputa i tuoi del PD , o Renzi, provavano a favorire il gioco d'azzardo in Parlamento, non ti è bastato che gli stessi hanno regalato milioni di Euro a De Benedetti condonandogli gli oneri di urbanizzazione della centrale elettrica di Lodi? Non ti è bastato vedere lobbisti "convincere" quelli del tuo partito in parlamento ad aggiustare le pensioni dei potenti? 

Archivio blog