mercoledì 4 dicembre 2013

Il Parlamento è stato eletto illegittimamente

Bomba atomica sulla politica italiana. La legge elettorale con cui abbiamo votato ed eletto i parlamentari nel 2006, 2008 e nel 2013 -cioè l'attuale Parlamento- è illegittima. Secondo il nostro diritto  la dichiarazione di incostituzionalità di una legge o di un atto avente forza di legge la rende illegittima ex tunc - cioè da quando è diventata legge e non da quando la Corte la dichiara incostituzionale- e quindi estende la sua invalidità a tutti i rapporti giuridici ancora pendenti al momento della decisione della corte, restandone così esclusi soltanto i «rapporti esauriti» come, ad esempio, quelli non più operanti, come i due Parlamenti eletti nel 2006 e nel 2008. Se la classe politica fosse fatta da persone serie- e non è così- si dovrebbe andare subito a nuove elezioni con la legge elettorale precedente. Non solo, ma tutte le leggi che sono state fatte dal 2006 ad oggi sarebbero state fatte da un organo costituzionale illegittimo, comprese anche le leggi di ratifica dei trattati internazionali. Né si potrebbe fare adesso una nuova legge elettorale essendo il Parlamento stato eletto illegittimamente non potrebbe esercitare i suoi normali poteri.
In particolare la Corte Costituzionale ha stabilito che la quota di parlamentari eletti grazie al premio di maggioranza è del tutto illegittimo. Sono degli abusivi e devono cedere il posto ad altri. Nel dettaglio a beneficiare di più del premio di maggioranza è stato il Partito Democratico e SEL che tra l'altro non sarebbe mai entrato alla Camera dei deputati senza il premio di maggioranza. Quindi, la deputata Boldrini, presidente della Camera, è abusiva. La soluzione più pulita possibile sarebbe l'immediato ritorno alle urne. Non ci sarebbe bisogno di leggi nuove elettorali perchè in questo momento per effetto della sentenza vige la precedente legge elettorale Mattarella (mattarellum). Stiano comunque tranquilli i moderati di cervello, non accadrà niente. In questa Italietta, se non gli arrivano i forconi sotto il sedere non se ne vanno.






Archivio blog